La Piramide Olfattiva

Famiglie di Profumi

La piramide è una visualizzazione teorica del grado di evaporazione dei componenti e della loro persistenza. E’ costituita da 3 livelli che permettono di illustrare lo sviluppo temporale della fragranza.

Le note di TESTA sono fresche e leggere e di debole persistenza, svaniscono in pochi minuti.

Quei pochi minuti che bastano per scatenare la voglia di scoprirlo, ecco perché si definisce questa fase  il “volo del profumo”, costruito generalmente da agrumi, piante aromatiche e note acquatiche o marine.

Le note di CUORE sono più potenti, più consistenti delle note di testa e di media persistenza. Per due o tre ore si intrecceranno gli odori dei fiori, della frutta e le note verdi, espressione della ricchezza di un profumo e della sua “scia”.

Le note di FONDO, legni, muschi, note ambrate, vaniglia, spezie, note animali ecc, evaporano con sensuale lentezza e possono persistere per giorni. Esprimono la “personalità” del profumo che ne genera la fedeltà nell’uso.

Il risultato olfattivo di ciascuna fragranza dipende anche dall'interpretazione personale olfattiva e dalla propria pelle che, a seconda della diversa acidità di ciascuno di noi, può far variare l’interpretazione della fragranza stessa.

 

Il profumo si può tuttavia suddividere in diverse "famiglie" olfattive:

 

AGRUMATO ( O ESPERIDATO)

Sono note spesso fresche e leggere che tradizionalmente esprimono lo spirito delle acque di colonia,

anche se oggi caratterizza frequentemente i profumi maschili. Il termini esperidato si riferisce alle essenze derivanti da agrumi quali il bergamotto, il mandarino, l' arancio amaro, il limone e il cedro.

 

ALDEIDATO

Le aldeidi sono prodotti di sintesi molto potenti, infatti conferiscono potenza al profumo, dando luogo ad una vera e propria amplificazione olfattiva. Ne fu capostipite Chanel 5 che, creato nel 1921 e sempre attualissimo, è il primo profumo in cui le aldeidi sono state usate erroneamente con un sovradosaggio. Queste sostanze riproducono in modo sintetico le essenze naturali di fiori in modo particolarmente penetrante, quindi sono aldeidate le fragranze femminili tendenzialmente floreali o legnose-cipriate.

 

AMBRATO

Fonte ispiratrice è una sostanza animale chiamata "ambra grigia" prodotta dal capodoglio oppure creata in laboratorio, il cui odore è ricco di sfumature animali, legnose balsamiche e simili al tabacco. E' un accordo che spesso anima le fragranze orientali, connotate da note dolci, cipriate, di vaniglia e animali molto marcate.

 

CIPRIATO ( O CHYPRE)

Deriva dal nome del profumo che Francois Coty lanciò nel 1917, ispirato dalle suggestive emozioni dell' isola di Cipro, divenuto poi il capostipite di una famiglia olfattiva omonima. Nei profumi cipriati il contratsto tra la freschezza del bergamotto e la profondità del muschio di quercia trova una mirabile sintesi. L' accordo trova una infinità di variazioni sul tema: nelle fragranze femminili, per esempio, è spesso completato da sfumature aldeico-muschiate o da tocchi di alga marina e di legni, oppure da note floreali, spezziate, di cuoio e fragranze di tipo animale come l' ambra, la civetta e il musk. Nell' ambito maschile invece sono caratterizzati dalla presenze di conifere, o di cuoio e animali, talvolta con varianti fresche e speziato-legnose.

 

FIORITO

Il nome stesso ci dice che sono caratterizzati principalmente da una composizione floreale e si suddividono in due grandi categorie: i verdi dall' impatto fresco dato, oltre che da particolari composti sintetici, da galbano, lentisco, prezzemolo e foglie di violetta, ei fioriti-fioriti nei quali si riconferma la predominanza di fiori con una profumazione intensa come la rosa, il geranio. La tuberosa, l' ylang-ylang, il narciso, i fiori d' arancio e la mimosa; a questo sottogruppo appartengono la maggioranza dei profumi femminili e comunque quasi tutti i profumi contengono sfumature floreali.

 

FLORIENTALE

E' l' interpretazione recente delle fragranze orientali spesso stemperate da note fiorite o spezziate

 

FOUGERE

Non significa felce (traduzione letterale della parola francese), ma è una parola di fantasia che comprende essenzialmente tutti i profumi maschili che hanno un accordo nato dall' abbinamento di muschio di quercia e lavanda, del legno, del patchouly, del geranio e del bergamotto.

 

FRESCO

La freschezza è una sensazione soggettiva che può dipendere da sensazioni olfattive diverse, infatti se in Europa è generalmente associata al limone, alla lavanda, alle noti verdi e alle componenti fiorite leggere, negli Stati Uniti anche profumazioni cipriate o dolci sono considerate a tutti gli effetti fresche.

 

FRUTTATO

Si dice di profumi in cui la percezione olfattiva è legata all' odore dei frutti freschi come la fragola, il lampone, il melone, l'ananas, l' albicocca e la pesca. Se le note fruttate hanno il sopravvento sulle altre, il profumo diventa goloso, quasi commestibile e perde in sensualità . Essendo note particolarmente persistenti, tendono a rimanere anche quando quelle fresche e fiorite sono evaporate.

 

LEGNOSO

Note legnose come quella del sandalo o del patchouly, fanno da filo conduttore ad un numero infinito di profumi. D i solito sono impiegate nel fondo e a loro si deve quell' effetto avvolgente che persiste sulla pelle dopo l' evaporazione delle note più volatili.

 

MUSCHIATO

Sono proprio le note le note muschiate a dare alle fragranze sostanza e profondità e tra le tante sfumature, le più utilizzate sono il muschio di quercia e quello d' albero, mentre le altre hanno la base legnosa, di cuoio o dal sentore marino. Il muschio vegetale non deve essere confuso con il musk, sostanza di origine animale.

 

ORIENTALE

Si possono scomporre in orientali con predominanza di note fiorite, oppure spezziate e ambrate. A questa famiglia appartengono i profumi di più antica tradizione, provenienti soprattutto dall' Asia, caldi e persistenti, ideali per momenti di grande seduzione; la loro caratteristica è quella di essere profondi, avvolgenti, marcatamente dolci e sensuali, indicati soprattutto per la sera o la stagione invernale. L nota orientale è data da alcuni fiori (come la rosa, il geranio , la tuberosa), ma soprattutto da alcune note alimentari come la vaniglia e animali come l'ambra grigia, lo zibetto e il muschio del Tonkino.

 

OZONICO-MARINO

Tra i fioriti-fioriti ve ne sono alcuni ozonati , cioé con note di partenza che regalano una sensazione di aria o acqua fresca e pulita.

 

SPEZIATO

Bisogna fare una distinzione tra le spezie e gli aromi: le prime sono sostanze che vengono fatte seccare prima di essere usate, mentre i secondi vengono impiegati solo ed esclusivamente freschi. Tra le spezie più conosciute abbiamo la cannella, la maggiorana, i chiodi di garofano, il coriandolo, il pepe e lo zenzero, mentre tra gli aromi ricordiamo l' anice, il finocchio, l' origano, il lauro, il cumino, il basilico, la verbena.

 

VERDE

Il termine fa riferimento solitamente ai sentori dell' erba, delle foglie di alcuni altri componenti vegetali. Le note verdi vengono utilizzate per ottenere spesso degli effetti speciali nelle note di testa. I profumi verdi femminili sono tendenzialmente freschi e leggeri, oppure balsamici e cipriati, i maschili tendono ad essere più agrumati.